giovedì 26 maggio 2011

D.P.C.M. n. 277 del 23 dicembre 2010 Contributi per le aziende che prevedono la flessibilità di orario

Il Consiglio dei Ministri ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 101 del 3 maggio 2011, il D.P.C.M. n. 277 del 23 dicembre 2010, contenente il regolamento con i criteri e modalità per la concessione dei contributi in favore di aziende che applichino accordi contrattuali che prevedono azioni positive per la flessibilità di orario.

Decreto sulle verifiche degli Apparecchi di Sollevamento e sulla abilitazione dei verificatori

E' stato modificato il regime delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro, in particolare degli apparecchi di sollevamento di cui all'Allegato VII del D.Lgs. 81/08.
E' stato infatti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Interministeriale dell' 11/4/2011 contenente le modalità di effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro nonché i criteri per l'abilitazione dei soggetti autorizzati ad effettuare le verifiche di cui all'articolo 71 comma 13 del medesimo Decreto.
Il provvedimento entra in vigore dal 28/07/2011 (90 giorni dopo la pubblicazione in G.U.), ad eccezione dell’Allegato III, concernente le modalità per l’abilitazione, il controllo ed il monitoraggio dei soggetti pubblici e privati incaricati delle verifiche, entrato invece in vigore il 30/04/2011.
Si rammenta che l’art. 71, commi 11, 12 e 13, del D.Lgs. 81/2008, prevede l’obbligo a carico del datore di lavoro di sottoporre le attrezzature di lavoro riportate nell’Allegato VII a verifiche periodiche volte a valutarne l’effettivo stato di conservazione e di efficienza ai fini della sicurezza, con la frequenza indicata nel medesimo Allegato.
Titolare della prima verifica, da effettuarsi nel termine di 60 giorni dalla richiesta, è l’Inail (in sostituzione dell’Ispesl, citato nel testo del D.Lgs. 81/2008 ma nel frattempo soppresso, e le cui funzioni sono state assorbite dall’Inail), mentre ricade in capo alle ASL la titolarità delle verifiche periodiche successive, da effettuarsi nel termine di 30 giorni dalla richiesta da parte del datore di lavoro.
ASL e Inail possono a loro volta avvalersi del supporto di soggetti pubblici e privati abilitati (ai sensi del nuovo decreto in esame), cui il datore di lavoro può in ogni caso rivolgersi in caso di mancato rispetto da parte degli Enti preposti dei termini per le verifiche.
I soggetti pubblici o privati sono a loro volta comunque tenuti al rispetto dei termini temporali di cui sopra, previsti dal Testo Unico per la Prima Verifica periodica e per quelle successive.
Il decreto individua dunque le modalità per l’abilitazione dei soggetti abilitati, pubblici o privati, di cui i titolari della funzione di verifica si possono avvalere, e che verranno iscritti in un apposito elenco costituito presso l’Inail, le ASL o su base regionale.

Linee Guida dell'INAIL per la Valutazione dello Stress Lavoro correlato

L'INAIL ha messo a disposizione delle aziende gli strumenti e le linee guida per procedere alla valutazione e alla gestione del rischio stressa lavoro-correlato, diventato un adempimento obbligatorio per le imprese a seguito delle disposizioni del Testo unico sulla sicurezza e delle sue successive integrazioni.

domenica 22 maggio 2011

Responsabilità del lavoratore

Cassazione Penale Sez. IV - Sentenza n. 10644 del 16 marzo 2011.


Chiedimi la sentenza

Sottocomitati UNI

(Fonte UNI) L' 11 aprile 2011 è stata approvata la costituzione dei due Sottocomitati "Salute e sicurezza sul lavoro" e "Sicurezza domestica e delle attività di tempo libero" del Comitato "Sicurezza" UNI.
Sono stati creati con il compito di definire le linee di indirizzo su cui basare la programmazione dell’attività tecnico normativa, evidenziare gli argomenti di interesse o quelli non previsti dalla programmazione annuale delle Commissioni Tecniche UNI e degli Enti Federati e, infine, valutare le richieste di esecuzione di lavori di normazione tecnica di particolare rilievo strategico, i due Sottocomitati si riuniranno entro la fine di maggio.
Il Sottocomitato "Salute e Sicurezza sul lavoro" si occuperà di attività riguardanti i temi correlati con le regole vigenti in materia di sicurezza e salute dei lavoratori durante il lavoro, quali ad esempio le misure generali di prevenzione e protezione relative ai luoghi di lavoro, l'uso delle attrezzature di lavoro e dei dispositivi di protezione individuale, gli aspetti ergonomici, le misure di prevenzione e protezione da agenti chimici, fisici, biologici e quelle di prevenzione e di lotta agli incendi di emergenza e di prevenzione delle esplosioni.
La partecipazione ai due Sottocomitati è aperta alle organizzazioni ed associazioni rappresentative di parti imprenditoriali e sociali interessate, alle Commissioni Tecniche UNI e gli Enti Federati interessati e ai rappresentanti dei Ministeri e delle Pubbliche Amministrazioni di competenza. 

Responsabilità del dirigente pubblico in materia di sicurezza

Cassazione Penale Sezione IV – Sentenza n. 34804 del 27 settembre 2010


Chiedimi la sentenza

Linee Guida Regione Lombardia per la bonifica di manufatti contenenti fibre vetrose artificiali

Scarica le Linee Guida

venerdì 20 maggio 2011

Scavi e movimento terra

Il Gruppo Edilizia Regione Veneto in riferimento all’edilizia civile e restringendo il campo alla tipologia di villette a schiera, piccoli condomini pluripiano ed alle soluzioni tecnologiche maggiormente diffuse, presenta alcuni risultati.


Scarica il documento

Guida all'etichettatura e l'imballaggio di sostanze e miscele

L’ECHA, European Chemicals Agency (Agenzia europea per le sostanze chimiche), ha pubblicato una guida che contiene indicazioni approfondite riguardanti le norme sull'etichettatura e l’imballaggio delle sostanze e delle miscele.

GUIDA PER DIFENDERSI DALLE MALATTIE PROFESSIONALI

Guida dal titolo "MALATTIE PROFESSIONALI: L'ABILITA' STA NEL DIFENDERSI", sugli indennizzi ed i risarcimenti del sistema assicurativo in Italia, pubblicata da INCA - CGIL.


CONSULTA LA GUIDA

mercoledì 18 maggio 2011

Pensionamento anticipato per gli addetti alle lavorazioni particolarmente faticose e pesanti

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.108 dell'11 maggio scorso, il Decreto legislativo 21 aprile 2011  recante, "Decreto legislativo 21 aprile 2011, n. 67 Accesso anticipato al pensionamento per gli addetti alle lavorazioni particolarmente faticose e pesanti, a norma dell’articolo 1 della legge 4 novembre 201, n. 183". 
Entrata in vigore 26/05/2011.

CONSULTA LA GAZZETTA UFFICIALE

mercoledì 4 maggio 2011