giovedì 28 luglio 2011

Chiarimenti sulle linee guida UNI INAIL e BS OHSAS 18001

La Commissione Consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro ha approvato nella seduta del 20 aprile 2011 il documento con cui ha provveduto a fornire i primi chiarimenti sul sistema di controllo (comma 4 dell’art. 30 del D. Lgs. n.81/2008) ed indicazioni per l’adozione del sistema disciplinare (comma 3 dell’art.30 del D. Lgs. n.81/2008) per le aziende che hanno adottato un modello organizzativo e di gestione definito conformemente alle Linee Guida UNI INAIL (edizione 2001) o alle BS OHSAS 18001:2007 con Tabella di correlazione tra l’art.30 del D.Lgs. n.81/2008, Linee Guida UNI INAIL, BS OHSAS 18001:2007 per l’identificazione delle “parti corrispondenti” di cui al comma 5 dell’art. 30.

Gruppi elettrogeni: nuove disposizioni in materia di prevenzione incendi - DM 13/07/2011

Pubblicato il Decreto Ministeriale del 13 luglio 2011, con il quale il Ministero dell’Interno ha abrogato e sostituito le disposizioni legislative che regolamentano la regola tecnica di prevenzione incendi per l’installazione dei gruppi elettrogeni con l'approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi.
Il nuovo provvedimento entrerà in vigore il 20 settembre 2011 e si applicherà alle nuove realizzazioni ed installazioni (fisse e mobili) di motori a combustione interna accoppiati a macchine generatrici di energia elettrica o di macchine operatrici e alle unità di cogenerazione aventi potenza elettrica complessiva non superiore a 10.000kW a servizio di attività civili, industriali, agricole, artigianali, commerciali e di servizi. 
Sono esclusi dal campo di applicazione gli impianti:
- esistenti che, alla data del 20 settembre 2011, hanno ottenuto l’approvazione del progetto da parte del competente Comando provinciale dei vigili del fuoco e il Certificato di prevenzione incendi (CPI);
- inseriti in processi di produzione industriale, installazioni antincendio, stazioni elettriche, centrali idroelettriche, dighe e ripetitori radio ed installazioni impiegate al movimento di qualsiasi struttura.  
Il nuovo provvedimento, nell’approvare la regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio degli impianti in questione, in sintesi dispone che gli stessi devono essere realizzati in modo da:
- evitare la fuoriuscita accidentale di combustibile;
- limitare, in caso di incendio o esplosione, danni alle persone, agli animali ed ai beni;
- consentire ai soccorritori di operare in condizioni di sicurezza.



Entrerà in vigore il 28/7/2011 il Decreto sulle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro?

Previsto un differimento di qualche mese dell'entrata in vigore del D.I. 14/4/2011 contenente le modalità di effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro di cui all'allegato VII del D. Lgs. n. 81/2008 nonché i criteri per l'abilitazione dei soggetti autorizzati ad effettuare tali verifiche. Se non differito entra in vigore il 28/7/2011.

martedì 19 luglio 2011

FAQ Regione Piemonte

La Regione Piemonte ha messo a disposizione una pubblicazione dal titolo "Quesiti sulla sicurezza nei luoghi di lavoro", a cura del servizio "Info.Sicuri" della stessa regione. 


giovedì 14 luglio 2011

Prevenzione delle ferite da taglio o da punta nel settore ospedaliero e sanitario

La direttiva 2010/32/UE affronta questa problematica dando attuazione all'accordo quadro in materia di prevenzione delle ferite da taglio o da punta nel settore ospedaliero e sanitario sottoscritto da HOSPEEM (Associazione europea datori di lavoro del settore ospedaliero e sanitario) ed FSESP (Federazione sindacale europea dei servizi pubblici) nella veste di partner sociali europei. 
L'obiettivo della direttiva è di garantire la massima sicurezza possibile dell'ambiente di lavoro tramite la prevenzione delle ferite provocate da tutti i tipi di dispositivi medici taglienti (punture di ago comprese) e tramite la protezione dei lavoratori a rischio nel settore ospedaliero e sanitario. 
Tutto ciò è possibile attuando le seguenti misure preventive e di protezione:
- soppressione dell’uso non necessario di oggetti taglienti o acuminati, fornitura di dispositivi    medici, 
- dotazione di meccanismi di protezione e di sicurezza, 
- applicazione di sistemi di lavoro sicuri, 
- attuazione di procedure di utilizzo e di eliminazione sicure di dispositivi medici taglienti, 
- divieto della pratica di reincappucciamento degli aghi, 
- utilizzo di dispositivi di protezione individuale, 
- vaccinazione, 
- informazione e formazione

D.Lgs. 231/2001 Responsabilità persone giuridiche

Raffaele Guariniello: Lectio Magistralis sul D.Lgs. 81/2008 e 231/2001 


Estratto 25/5/11


DM 11/04/2011 Modalità di effettuazione delle verifiche periodiche ai sensi dell'ALL. VII del D.Lgs. 81/2008 e ss.mm.ii.

Nuovi obblighi a carico dei datori di lavoro che mettono in servizio attrezzature indicate nell'allegato VII del D.Lgs 81/2008 e ss.mm.ii.
Entra in vigore il 28 Luglio il DM 11/04/2011, relativo alle modalità di effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature e ai criteri per l'abilitazione dei soggetti che potranno fare le verifiche.

martedì 12 luglio 2011

Valutazione del rumore in edilizia: nuove regole

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con apposita Lettera Circolare, ha approvato la nuova Banca dati CPT Torino, al fine di rispondere alle richieste dell'art. 190 del D.Lgs. 81/2008 che stabilisce l'emissione sonora delle attrezzature e delle macchine di lavoro in campo edile, che può essere stimata in fase di progetto facendo riferimento a livelli di rumore standard, individuati da studi e misurazioni attendibili.

mercoledì 6 luglio 2011

Adeguamento e manutenzione dei trattori agricoli o forestali - Allegato V D. Lgs. 81/2008 e ss.mm.ii.

Le linee guida specificano le necessarie misure tecniche che i datori di lavoro ed i lavoratori autonomi devono mettere in atto ai fini dell’adeguamento dei trattori o forestali ai pertinenti requisiti di sicurezza di cui all’allegato V al D. Lgs. 81/08.

lunedì 4 luglio 2011

Aggiornamento della formazione antincendio

Il D.Lgs. 81/08 all'art. 37 co. 9 dispone per tali addetti una formazione specifica e un obbligo di aggiornamento periodico senza peraltro dare indicazioni in merito alla definizione dei contenuti e alle modalità dell'aggiornamento stesso in quanto, in attesa dei decreti attuativi previsti dall'art. 46 co. 3, continua a trovare applicazione il D.M. 10/03/98 che niente dice in proposito.
Di recente una comunicazione emanata dal Dipartimento dei vigili del fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile - direzione generale per la formazione ed indirizzata ai vari Comandi Prov.li dei VV. FF. ha fornito utilissime indicazioni in merito ai contenuti dei corsi di aggiornamento periodico per gli addetti alla prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze.